La rullata e la scarpa giusta

Uno dei tanti accorgimenti locomotori/posturali a cui dobbiamo fare molta attenzione mentre pratichiamo il Nordic Walking, è la rullata. Una rullata enfatizzata nelle nostre intenzioni, ci porta ad eseguirla in maniera efficiente.
Tutta l’azione se fatta correttamente risulta armonica durante l’appoggio sul terreno… e dinamica nella spinta durante l’avanzamento.

Appoggio/contatto del tallone sulla parte esterna del piede, appoggio della pianta/mesopiede, appoggio/spinta con la parte interna dell’avampiede, (alluce)

Consiglio scarpe con una buona flessibilità, assolutamente non rigide, che abbiano un dislivello abbastanza evidente tra avampiede e tallone, il cosiddetto differenziale (la differenza che c’è di altezza tra il tacco e la punta della scarpa), questo per proteggere il tallone e il tendine di Achille dagli impatti, e soprattutto dall’estensione di quest’ultimo durante la prima fase della rullata e cioè l’appoggio a terra.

Sconsiglio vivamente le scarpe con la suola piatta, poco ammortizzate e con differenziale tacco/punta insignificante o peggio inesistente, quali sono le cosiddette minimal.

Per quanto riguarda le famose scarpe tonificanti e basculanti (a barchetta, gondola, a dondolo ecc.), non mi esprimo per la personale ignoranza in materia e nell’oggetto in questione, richiedete ad un medico o in farmacia, informazioni a riguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *