Breve storia del Nordic Walking

TUTTO PARTE DALLO SCI DI FONDO
Bastoncini da marcia e da passeggio sono sempre esistiti ma utilizzati per appoggio e mantenere l’equilibrio. Con lo sci di fondo, il bastoncino si evolve per diventare uno strumento di spostamento efficace, utilizzato anche per l’avanzamento.

La patria di nascita del Nordic Walking è la Scandinavia, dove, già negli anni ’30,  gli atleti praticavano “a secco” l’allenamento estivo, correndo e camminando con i bastoncini a passo di sci di fondo.

NASCITA DEL NORDIC WALKING
Per convenzione, l’anno di nascita ufficiale del Nordic Walking è il 1996, quando in Finlandia è stato definito secondo la sua concezione moderna, con bastoncini appositamente sviluppati e una propria tecnica di marcia. Il merito va a degli studenti finlandesi che presentarono le loro tesi di laurea centrate sul “Sauvakävely” (marcia con i bastoncini) all’industria degli articoli sportivi. Sette anni più tardi, già un finlandese su sette praticava il “Sauvakavely”.

Da citare anche l’esperienza di “pole walking” (marcia con i bastoncini) negli USA, dove alcuni studi dei primi anni ’90 vanno nella medesima direzione.

EVOLUZIONE DEL NORDIC WALKING
Dagli anni 2000, il termine “Nordic Walking” diventa di uso comune a livello internazionale. In particolare, la Germania apre la strada a un concetto salutista che riguarda l’intero corpo con la sua estesa rete di proposte per il Nordic Fitness. Ai giorni nostri il movimento è molto popolare soprattutto in Austria, Spagna, Francia e nei paesi dell’est, Russia e Polonia su tutti, oltre naturalmente in Finlandia e nel resto della Scandinavia.

Con l’evoluzione della tecnica di marcia e della tecnica dei materiali, il bastoncino ha assunto un’importanza sempre maggiore. I flussi di movimento sono diventati più armonici, la coordinazione dei movimenti più elegante e gli effetti dell’allenamento sull’intero corpo più efficaci.

NORDIC WALKING IN ITALIA
In Italia, il concetto moderno del Nordic Walking arriva all’inizio del terzo millennio, quando, grazie alle prime scuole e associazioni sportive, l’attività inizia a svilupparsi in Alto Adige per poi continuare ad espandersi in tutte le altre regioni italiane.

Siete pronti a far parte di questo nuovo movimento? Cominciate con un corso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *